Cultura e tradizione

 

 

 L'Alta Tuscia racchiude tesori preziosi: testimonianze di millenni di storia. Una terra abitata già all'età del bronzo, poi dagli Etruschi che lasciarono le loro testimonianze, molte delle quali profondamente alterate e irriconoscibili, mentre alcune ancora in buono stato di conservazione, tra cui ad esempio, la Necropoli di Pianezze(a Grotte di Castro) e l' abitato rinvenuto in località poggio Evangelista (a Latera ). Del periodo Medievale rimangono numerosi testimonianze come la torre di Barbarossa (Acquapendente), il castello di Proceno, l'Antica Basilica del San Sepolcro (Acquapendente), la Rocca dei Papi (Montefiascone),ecc' ecc'.

Un territorio ricco di storia e cultura, monumenti e tradizioni, di paesaggi valori ambientali ancora incontaminati, è questo il territorio del'Alta Tuscia Viterbese. I paesi che ne fanno parte  - Acquapendente, Bagnoregio, Bassano in Teverina, Bolsena, Bomarzo, Capodimonte, Castiglione in Teverina, Celleno, Cellere, Civitella D'Agliano, Farnese, Gradoli, Graffignano, Grotte di Castro, Ischia di Castro, Latera, Lubriano, Marta, Montefiascone, Onano, Proceno, San Lorenzo Nuovo, Valentano, Vitorchiano - si caratterizzano ognuno, per il ricco patrimonio paesaggistico, sia storico che ambientale, per le tradizioni popolari culturali e gastronomiche e per la cordialità dei propri abitanti.Suggestive le rappresentazioni del Venerdi Santo, e i presepi viventi e le manifestazioni  del cosiddetto pranzo del Purgatorio a Gradoli,della Barabbata a Marta, i Misteri di Santa Cristina a Bolsena e dei Pugnaloni della citta di Acquapendente; grandi quadri realizzati con migliaia di petali di fiori, portati in processione nel mese di maggio. Ai fiori è dedicato persino un museo, il Museo del Fiore nella frazione di Torre Alfina all'interno della riserva naturale di Monte Rufeno. La cucina di queste zone è semplice e genuina, costituita prevalentemente dalle risorse disponibili in un'area tradizionalmente agricola. Sono numerose le occasioni per partecipare a qualcosa di autentico nella zona dell'alta Tuscia Viterbese. Nei borghi,  tra le viuzze nelle piazze, il ritmo delle stagioni è scandito da numerosi eventi che affondano le proprie radici nel passato di questa antica terra, fino agli Etruschi. Musica, canti , balli, giochi e  tante delizie,sono gli ingredienti principali per la riuscita di ogni evento. Alcune iniziative come feste del vino , feste del'olio, sagre..ecc'...sono di moderna ideazione e coinvolgono più centri, altre sono caratteristiche di borghi e paesi , ereditate da secoli. Al turista che si trova a visitare questi paesi,viene offerta la possibilità di godere oltre che delle bellezze culturali e paesaggistiche,anche dell'atmosfera dei profumi e dei gusti di questi posti, rintracciabili nei tanti prodotti tipici dell'Alta Tuscia come; l coregone del lago di Bolsena, il fagiolo del purgatorio di Gradoli, la cipolla di San Lorenzo, il miele di Monte rufeno, il farro del pungolo di Acquapendente, l'aglio rosso di Proceno, il marrone di Latera, la lenticchia di Onano ecc'ecc'...


Copyright 2010 LAit Spa - Tutti i diritti riservati www.culturalazio.it powered by