Le ArcheoVie

Itinerari archeologici nei Colli Albani

29/05/2012 20.05.46

Le prime popolazioni che colonizzarono stabilmente la zona dei Colli Albani furono quelle latine, che oltre quattro secoli prima della fondazione di Roma avevano stabilito qui le loro città – Alba Longa, Tusculum, Aricia, Lanuvium – ed erano saldamente alleate in una confederazione, detta appunto Lega Latina.
I Latini costituirono per secoli una spina nel fianco di Roma e nonostante la distruzione di Albalonga del VII secolo a.C. (attribuita dalla tradizione alla vittoria degli Orazi sui Curiazi), la Lega Latina fu definitivamente sconfitta e dunque sciolta soltanto tre secoli più tardi, nel 338 a.C. Da questo momento i Colli Albani furono sotto il dominio di Roma.
Nel 193 d.C. Settimio Severo ordinò la costruzione dei Castra Albana (gli accampamenti romani da cui prese poi origine l’attuale Albano Laziale) dove volle che si stabilisse la Seconda Legione Partica, che aveva il ruolo di Guardia del Corpo dell’Imperatore.
Importanti personalità romane predilessero i Colli Albani e costruirono qui le loro residenze. Ad esempio, per citarne solo un paio, l’Imperatore Domiziano aveva una vastissima tenuta che abbracciava l’intero Lago Albano, mentre Caligola teneva ancorate nel Lago di Nemi due lussuose ville galleggianti.
Dopo la caduta dell’Impero Romano, il dominio sui Castelli Romani passò di fatto alla Chiesa di Roma, che divenne gradualmente proprietaria di tutti i fondi della zona.
A partire dal X secolo iniziò l’ascesa della potente famiglia dei Conti di Tuscolo, stanziatisi appunto nell’antica città di Tusculum. Fu proprio un membro di tale famiglia che nel 1004 donò a San Nilo la tenuta sulla quale il monaco fondò l’Abbazia di Grottaferrata.
Nel 1167 le truppe imperiali di Federico I il Barbarossa sconfissero quelle pontificie di Alessandro III nella battaglia di Prata Porci, sotto Monteporzio Catone; successivamente, ritiratosi l’esercito imperiale, Roma si impegnò nell’annientamento delle città di Albano e di Tusculum, che nelle suddette vicende si erano schierati con l’Imperatore in spregio di Roma.

Per maggiori informazioni su SITI ARCHEOLOGICI e MUSEI

 


Vai alla mappa dell'itinerario


Copyright 2010 LAit Spa - Tutti i diritti riservati www.culturalazio.it powered by